Congratulazioni! Ora siete alla 36° settimana di gravidanza. Questo significa che la gravidanza è andata a completo termine e il bambino ora può nascere in qualsiasi momento. Potreste pensare che state entrando nel 9° mese, ma tecnicamente la gravidanza dura 10 mesi. Se avete previsto la data di consegna in base alla data di concepimento, avrete aggiunto fino a 9 mesi. Dato che alcune persone considerano sia presto per il parto alla 36° settimana, ma non lo è. Ora il bambino si trova nella posizione corretta con la testa verso il basso ed è seduto nel vostro bacino.

Per le prossime poche settimane, potreste iniziare a diventare ansiose. Ora sapete che il bimbo può nascere in qualsiasi momento. Tenete tutti i numeri importanti sempre a portata di mano. In questo modo, quando arriverà il momento di avere il bambino, voi o qualcuno vicino a voi non dovrete cercare molto per trovare i numeri giusti. A questo punto, dovreste avere anche una borsa pronta per andare in ospedale e abbastanza benzina nell’auto per raggiungerlo. La vostra borsa per l’ospedale dovrebbe includere una o due camicie da notte, un paio di ciabatte, un cambio d’abito, spazzolino da denti, dentifricio, sapone, shampoo e un libro da leggere.

Vi sentirete fisicamente pesanti e particolarmente attraenti. La vostra dimensione è probabilmente troppo grande per permettervi di guidare, fare shopping e anche legarvi le vostre stesse scarpe. Potrebbero mancare ancora alcune settimane prima del parto, quindi resistete. Il bambino e la nuova futura mamma continueranno ad aumentare di peso ancora un po’ fino al parto. La settimana in cui in media un bimbo nasce varia dalla 37° alla 41°.

Sviluppo del bambino

Alla 36° settimana, il bambino sarà completamente sviluppato e avrà completato il suo percorso. A questo punto il piccolo continuerà a muoversi e inizierà a scendere nella zona pelvica. Il bambino si sta preparando per il parto, ma se i suoi piedi sono verso il basso invece che la testa, il dottore potrebbe cercare di girare il bimbo. Se questo procedimento non riesce, si deve compiere un parto cesareo.

Il bambino dalla testa ai piedi misura circa 50 cm. Il suo peso è di circa 2.750 Kg. Questa è solo una stima e il medico ha tenuto sotto controllo il suo peso e la sua lunghezza fin dall’inizio quindi, se ci fossero stati dei problemi lo avreste saputo. Ricordatevi che queste misure sono solo delle linee guida e non riflettono tutte le gravidanze.

Il cervello del bimbo si sta ancora sviluppando ad un ritmo elevato. Il bambino continua a fare pratica con il strizzare gli occhi e con il succhiare. Al momento il piccolo sta ancora ingoiando il liquido amniotico e si libera di esso sotto forma di urina.

Cambiamenti nel vostro corpo

A questo punto potreste sentire una certa stanchezza e tensione. Siete state incinte per gli ultimi 9 mesi. Oltre a volere un bimbo sano, non volete più essere incinte. E’ assolutamente normale pensarlo a questo punto. La maggior parte delle nuove future mamme ha questi pensieri più di una volta. Potreste soffrire di irrequietezza, mancanza di sonno, sbalzi d’umore e sensibilità. Potreste iniziare a piangere senza sapere il perché. Anche questo è perfettamente normale.

Ora potreste essere limitate nelle cose che potete fare. Lavorare, fare shopping, viaggiare e cose così potrebbero sembrare impossibili. Dovete cercare di trovare alcune attività che non richiedano molto sforzo. Trovate qualcosa da fare che vi tenga impegnate mentre aspettate l’arrivo del bimbo. L’utero ora è a 14 centimetri sopra l’ombelico ed è circa 1000 volte più grande della sua dimensione normale. Avete messo su un po’ di peso e state diventando sempre più scomode nella vostra stessa pelle.

Con i continui movimenti del bimbo, potreste iniziare a sentire sempre più pressione nella bassa zona addominale. Starete andando in bagno più sovente e vi dovete sforzare ogni volta che dovete alzarvi. Dovreste andare dal medico settimanalmente in questo momento, e se siete una gravidanza ad alto rischio, allora probabilmente vi verrà raccomandato un parto cesareo. Il medico controllerà i livelli di liquido amniotico insieme alle analisi delle vostre urine e alla vostra pressione sanguigna, ad ogni singola visita.

Alla 36° settimana, potreste ancora avere bruciore di stomaco, minzione frequente, mal di schiena e fastidio nella zona pelvica. Potreste avere un livello di zucchero sanguigno più elevato e una pressione sanguigna più alta. Siete ancora a rischio di infezioni del tratto urinario e di infezioni da lieviti.

Cosa aspettarsi

Potete aspettarvi di avere ancora 3 o 4 settimane di gravidanza rimanenti. Continuerete ad andare dal medico ogni settimana e ad avere dei normali controlli di routine. Questi sono necessari per determinare la salute del bambino in queste ultime poche settimane. Se vi sentite qualcosa che non avete sentito in precedenza, è sempre importante discutere di queste sensazioni con il vostro medico. Quello che potreste pensare sia importante, potrebbe essere importante anche per il medico.

Cercate di riposarvi il più possibile in queste prossime poche settimane. Cercate di stare vicine a casa e tenete sempre vicino a voi il vostro telefono cellulare carico. Potreste avere ancora qualche dolore e fitta, ma li potete alleviare facendo degli esercizi molto leggeri, ma solo se vi sentite di farli.

Dovreste continuare a seguire una dieta bilanciata fino alla nascita del bimbo. Solo perché il bimbo è a 3 o 4 settimane dal nascere, questo non significa che dovete smettere di mangiare in maniera corretta. Dovreste aver programmato il momento della nascita del bimbo come anche il momento il cui verrà a casa. Dovreste sapere se allatterete al seno o al biberon. In generale dovreste riposarvi molto e continuare a mangiare in modo sano.

Consigli / Raccomandazioni

Siete arrivati alle settimane finali; è il momento di preparare la borsa per l’ospedale. Assicuratevi che tutto sia al suo posto quando il bimbo arriverà a casa. Se state programmando una festa per l’arrivo a casa del bimbo, mantenetela piccola. Non strafate anche se vi sentite bene. E’ comunque importante che vi riposiate.

Leave a Reply